La storia di Vito e… Lo studente indeciso ai fornelli!

La storia di Vito e… Lo studente indeciso ai fornelli!

By dicembre 10, 2015 Uncategorized No Comments

Oggi vediamo finalmente Vito, founder di “Lo studente indeciso ai fornelli”. Insieme con alcuni collaboratori ed amici, Vito è riuscito a coinvolgere centinaia di studenti Italiani che, come lui, si confrontano di giorno in giorno con l’arduo compito di mettersi ai fornelli! Compito non facile questo, specialmente per chi, abituato troppo bene a casa di mamma e papà, si è trovato a dover imparare l’ABC della cucina “fai da te”.

La situazione in questione sembra essere così diffusa e comune che in poco termine la pagina Facebook è stata capace di superare i 10.000 followers!

Vito, raccontaci com’è nato “ Lo studente indeciso ai fornelli” e come sei arrivato a questo successo.

Lo studente indeciso ai fornelli nasce per gioco nel 2013, durante la mia esperienza Erasmus in Inghilterra. In questi bellissimi mesi, ho iniziato a fare degli esperimenti ai fornelli usando i miei coinquilini inglesi come cavie. Facile con chi è abituato con pasta al ketchup non pensate?

Ma… esaurendo le 4 ricette che mamma mi aveva insegnato, mi sono chiesto: ma cosa mangiano gli altri studenti italiani? E’ da questa curiosità che nasce “Lo studente indeciso”  che, con il tempo, grazie alla partecipazione di centinaia di studenti Italiani, si è trasformato in un progetto con un sito internet www.lostudenteindecisoaifornelli.it (opera del mio migliore amico ed esperto informatico Alfonso) ed una pagina Facebook con oltre 12.500 followers.

E’ stata poi necessaria l’entrata nel team di altri ragazzi per continuare a fare crescere il progetto. Giovanni, Marilena, Lucia e Marcello sono adesso parte del team e, con tanta passione, si impegnano quotidianamente a portare un sorriso sulle bacheche di tanti studenti universitari.

“Lo studente indeciso” era ed è un modo divertente per sfamare la nostra curiosità, per impiegare il nostro tempo libero in maniera costruttiva, con lo scopo di sconfiggere l’indecisione ai fornelli in maniera divertente.

Ed adesso, a quali obiettivi mirate?

Vogliamo dar voce agli studenti universitari in tema alimentare, una categoria spesso dimenticata e descritta in maniera sbagliata per via dell’influenza di tanti stereotipi. Insieme, possiamo far sentire la nostra voce! E’ stato il caso dell’iniziativa #ieatit  tramite la quale, grazie alla partecipazione  di un centinaio di studenti, abbiamo provato a smentire alcune brutte credenze: diverse testate nazionali hanno parlato di questa iniziativa.  

Il principale valore che stiamo traendo da questo progetto è lo spirito di collaborazione. Non abbiamo nessun incentivo economico, tutto quello che facciamo è solo frutto di pura passione legata da un forte spirito collaborativo. Ogni elemento del team ha il proprio compito che, tra studio-tesi da scrivere-lavoro, prova a fare al meglio per portare un po’ di felicità a chi ci segue.

Quali pensi siamo i punti di contatto tra FeatApp e lo studente indeciso ai fornelli?

Ci sono diversi valori di base che ci accomunano, prima di tutto la voglia di rendere migliore la vita del prossimo e di dare più importanza a ciò che ognuno di noi è in grado di fare. In più c’è ovviamente l’amore per il buon cibo e la passione in quello che facciamo! Naturalmente prestiamo molta attenzione alla sana alimentazione, ma non siamo degli estremisti. D’altronde abbiamo tra i 20 e i 27 anni, possiamo concederci qualche piccolo piacere culinario, consapevoli del fatto che è sempre” la dose a farne il veleno” e non il cibo in sé.

Amiamo poi lo sport. Calcetto, calcio, palestra e danza sono i modi tramite i quali il team de “Lo studente indeciso” prova a tenersi “ fit”. :)

Non dimentichiamoci poi che anche a molti studenti universitari piace muoversi a piedi: troveranno sicuramente molto interessante il progetto FeatApp!

Quindi Vito, quali sono i buoni propositi per questo 2016?!

Ci auguriamo di riuscire ad applicare le mille idee che ci frullano per la testa, per continuare ad avere un ruolo importante nella vita degli studenti universitari. Sogniamo di poterci dedicare al 100% del nostro tempo, perché crediamo fortemente di poter creare qualcosa di unico.

Il progetto cresce e continua a suscitare interesse – siamo contenti –  chissà un giorno se…

Leave a Reply